La scuola che vorrei
Vai alla pagina dedicata su Facebook
12 dicembre 2018

15-06-2012 18:06 Ugo Barilli
La qualità della scuola
Ho due figlie, di 18 e 21 anni, che hanno da poco frequentato o frequentano licei "di qualità". Entrambe con buoni voti.

La tentazione sarebbe quella di fermarsi lì, alla soddisfazione di essere padre di due ragazze che studiano e che ottengono buoni risultati, senza farsi troppe domande sui voti e sugli effettivi risultati scolastici ottenuti.

Se non fosse, naturalmente, che entrambe si chiedono quale strada prendere nella vita. E ti chiedono consiglio. Ma soprattutto si chiedono, non senza preoccupazione, se quanto hanno appreso a scuola possa concretamente aiutarle ad affrontare le sfide che le attendono in un futuro quanto mai incerto.

Occorre allora analizzare in modo critico quello che effettivamente sanno e non sanno. Questo, nel mio piccolo, è l'esercizio che ho fatto e questi sono i risultati:

  • hanno una scarsa padronanza della lingua italiana, sia orale che scritta, e significative difficoltà ad esprimere con chiarezza e proprietà il proprio pensiero
  • hanno una conoscenza insufficiente dell'inglese e in generale delle lingue, anche rispetto ai loro coetanei europei
  • hanno conoscenze molto superficiali d'informatica
  • non conoscono la geografia
  • non conoscono la storia moderna e l'arte moderna
  • hanno una conoscenza molto teorica delle scienze
  • hanno una conoscenza molto approssimativa del mondo in cui vivono
  • hanno una cultura generale limitata, dovuta al fatto che non ricordano o ricordano con fatica quello che hanno studiato
Ma soprattutto non hanno consapevolezza dei propri talenti, sono confuse sul proprio futuro, non hanno stimoli, aspirazioni ed interessi.

Si tratta purtroppo di carenze gravi, credo molto diffuse fra i giovani della loro età, come mi confermano molti genitori e professori con cui ho parlato recentemente e come confermano opinioni più autorevoli della mia che leggo sempre più spesso sui giornali.

Carenze che testimoniano un gap profondo fra quello che i giovani apprendono a scuola e quello che serve loro davvero nella vita.
Da genitore, ti viene anche il dubbio di averle in qualche modo ingannate, facendo credere loro che se avessero lavorato duramente avrebbero ricevuto una preparazione adeguata alle prove che saranno chiamate a sostenere nella vita.

Questo è quanto avviene in scuole "di qualità".
Scuole  in crisi di risorse certamente, ma anche di valori, di identità e di idee, prigioniere di un ordinamento superato.
Scuole che non hanno saputo o potuto rinnovarsi e che offrono ai ragazzi un'esperienza noiosa, vissuta spesso con ansia o, peggio, con demotivazione e disinteresse.
Scuole che sopravvivono solo grazie ad un pugno sempre più esiguo di professori, che lavorano ancora con passione ed impegno, fra mille difficoltà.

Altro che indagini internazionali più o meno autorevoli.
Questa è la vera "qualità" della scuola.

Condividilo su Facebook  Condividilo su Twitter  Condividilo su LinkedIn  Condividilo su Google +  Segnala Vota:
voti:254
Considerazioni amare ma, purtroppo, vere.
Condivido.

19-06-2012 20:16 Stefano Salsi
Mi occupo di orientamento scolastico e negli ultimi anni mi sono trovata spesso in grande difficoltà: orientare implica la consapevolezza della direzione, del migliore obiettivo da raggiungere, ma da qualche tempo viviamo con bussole impazzite e dobbiamo metterci tutti in discussione. Ben venga allora un confronto aperto e sincero,privo di difese di parte, di pregiudizi e di difesa del passato. E' indispensabile guardare al futuro, avendo ben chiaro che i confini sono ...il mondo e che l'Europa non è più il centro, ma che sono sorti tanti centri, da cui non si può prescindere

25-06-2012 18:22 Romana Prati
Inserisci un Commento
Nome *
Email *
Commento *
Sono *
Leggi l'informativa *
Ho letto e accetto l'informativa
I commenti sono moderati e saranno pubblicati solo dopo l'approvazione della redazione

Iscriviti alle News

RSS Sottoscrivi i nostri RSS


Invia un messaggio riservato alla redazione


Promosso da
Promosso da IESS.it

Categorie
La scuola che vorrei (8)
Sistema Educativo (5)
Organizzazione scolastica (1)
Docenti (5)
Tecnologie e strumenti didattici (2)
Progetti (1)
Didattica (3)

Archivio



TAG Cloud