La scuola che vorrei
Vai alla pagina dedicata su Facebook
12 dicembre 2018

27-07-2012 16:07 Ugo Barilli
Una scuola nuova, più vicina agli studenti
Negli ultimi decenni, i progressi della ricerca e lo sviluppo delle tecnologie digitali hanno modificato profondamente “il sistema delle conoscenze”, trasformandolo da un sistema relativamente statico, con confini rigidamente definiti, in un sistema dinamico e in continua evoluzione.

I contenuti mutano e si aggiornano con grande rapidità, aumenta la quantità di informazioni disponibili grazie alla creazione continua di nuove conoscenze e si accentua la rapidità con la quale le conoscenze diventano obsolete, mentre le tradizionali barriere tra discipline cominciano a cadere.

In questo contesto, l’approccio tradizionale all’insegnamento e all’apprendimento basato, da una parte, sulla lezione frontale, sullo studio individuale, sulle interrogazioni e, dall’altra, sulla rigida separazione fra le materie ed i relativi programmi, è oggi sempre più inefficace ed obsoleto.

Gli studenti, cresciuti a stretto contatto con le nuove tecnologie e in una società profondamente mutata, sviluppano caratteristiche diverse da quelle per le quali il sistema educativo attuale è stato progettato e chiedono una scuola diversa, più vicina alle proprie esigenze: 
  • lezioni più interessanti e stimolanti, supportate da strumenti multimediali
  • coinvolgimento e partecipazione attiva alle lezioni
  • metodi didattici meno dogmatici e meno nozionistici, basati sull’esperienza e sul “learning by doing”
  • apprendimento basato non sullo studio meccanico, finalizzato alle interrogazioni e alle verifiche, ma sul metodo e sull’impegno costante
  • personalizzazione dell’insegnamento e maggiore autonomia nel definire i propri percorsi di apprendimento
  • lavoro di gruppo e condivisione con i compagni degli obiettivi e dei percorsi educativi
  • dialogo intenso e interazione costante con i docenti
  • utilizzo diffuso delle tecnologie informatiche e digitali, sia a scuola che a casa
  • testi e materiali didattici semplici e razionali, in formato anche digitale
  • attenzione ai collegamenti interdisciplinari e collegialità fra i docenti
  • possibilità d’integrare le lezioni con visite guidate, viaggi d’istruzione, eventi
  • respiro moderno ed internazionale, vicino al mondo del lavoro
Serve una scuola nuova, più vicina agli studenti, che realizzi le condizioni ottimali per un insegnamento più stimolante e per un apprendimento più attivo e consapevole e consenta ai giovani di vivere un'esperienza ricca ed appassionante, in un ambiente favorevole all’apprendimento, nel quale imparare le cose che servono davvero ed esprimere al meglio il proprio talento.



Condividilo su Facebook  Condividilo su Twitter  Condividilo su LinkedIn  Condividilo su Google +  Segnala Vota:
voti:235
Da insegnante posso dire che condivido da anni questa linea e che mi sto impegnando su questi punti da qualche anno, soprattutto negli ultimi, viste anche le circostanze storiche nelle quali ci troviamo.
Esiste la possibilità di attivare corsi di formazione su scala nazionale con esperti che a loro volta condividano quest'impostazione e siano pronti a fornire il know how?
La coerenza tra mondo del'istruzione e mondo del lavoro è, infatti, una cosa troppo seria per essere lasciata all'iniziativa rapsodica di singoli sparuti docenti e ogni cambiamento strutturale va supportato anche grazie all'impiego di tecnici e di iniziative ad hoc.
E' tempo che certe tematiche entrino negli ordini del giorno dei collegi docenti, nelle agende dei dirigenti d'istituto e nelle programmazioni di classe.
Per chi si volesse mettere in contatto, sono pronto a qualsiasi scambio.

22-12-2012 01:39 Francesco Sacconi
Inserisci un Commento
Nome *
Email *
Commento *
Sono *
Leggi l'informativa *
Ho letto e accetto l'informativa
I commenti sono moderati e saranno pubblicati solo dopo l'approvazione della redazione

Iscriviti alle News

RSS Sottoscrivi i nostri RSS


Invia un messaggio riservato alla redazione


Promosso da
Promosso da IESS.it

Categorie
La scuola che vorrei (8)
Sistema Educativo (5)
Organizzazione scolastica (1)
Docenti (5)
Tecnologie e strumenti didattici (2)
Progetti (1)
Didattica (3)

Archivio



TAG Cloud