La scuola che vorrei
Vai alla pagina dedicata su Facebook
12 dicembre 2018

Sistema Educativo
09-10-2012 19:10 Alex Corlazzoli

La scuola che resiste

La scuola è uscita dall'agenda della politica ma rimane la vera piazza della democrazia, in cui educare alle regole e alla legalità.
La maggior parte delle scuole sopravvive grazie al contributo generoso dei docenti.
Che r
esistono, ma vanno formati in maniera seria e adeguata ai tempi.

>>
Condividilo su Facebook  Condividilo su Twitter  Condividilo su LinkedIn  Condividilo su Google +  Segnala Vota:
voti:313
Commenti: 0 Aggiungi [+] 2387 hanno letto l'articolo
02-10-2012 18:10 Ugo Barilli

Un'esperienza che fa riflettere
Gli inglesi hanno da sempre una grande attenzione per l’education dei giovani, tema sul quale si sono succedute negli anni numerose riforme, promosse sia dai governi conservatori che da quelli laburisti. I risultati sono tuttavia contradditori. In G.B. l’istruzione d’eccellenza è infatti solo privata, mentre quella pubblica è a livelli molto bassi. Un segnale forte dell’incapacità dello stato, anche in un paese civile, di provvedere ad una istruzione di qualità. >>
Condividilo su Facebook  Condividilo su Twitter  Condividilo su LinkedIn  Condividilo su Google +  Segnala Vota:
voti:299
Commenti: 0 Aggiungi [+] 2222 hanno letto l'articolo
03-08-2012 10:08 Ken Robinson

Un manifesto per un nuovo sistema educativo
Tutti i paesi del mondo sono alle prese con la riforma del sistema educativo. Per due ragioni principali.
La prima è di ordine economico: come facciamo ad aiutare i nostri figli a trovare il proprio posto nell'economia del XXI secolo?
La seconda è di tipo culturale: come possiamo aiutarli a costruirsi una propria identità mentre siamo parte di un processo di globalizzazione? >>
Condividilo su Facebook  Condividilo su Twitter  Condividilo su LinkedIn  Condividilo su Google +  Segnala Vota:
voti:222
Commenti: 0 Aggiungi [+] 1438 hanno letto l'articolo
30-07-2012 09:07 Alberto Vellani

Una nuova didattica per superare il disagio degli studenti
Ogni progetto educativo deve partire da uno sguardo attento alla condizione dei nostri giovani che si allarga, grazie ai nuovi paradigmi della contemporaneità, sia nello spazio che nel tempo: adolescenza più lunga, internazionalizzazione delle relazioni, digitalizzazione della cultura.
La scuole devono rivedere il proprio sistema didattico per superare il disagio scolastico degli studenti. >>
Condividilo su Facebook  Condividilo su Twitter  Condividilo su LinkedIn  Condividilo su Google +  Segnala Vota:
voti:197
Commenti: 0 Aggiungi [+] 1440 hanno letto l'articolo
27-07-2012 16:07 Ugo Barilli

Una scuola nuova, più vicina agli studenti
Molti studenti vivono la scuola come un’esperienza noiosa, vissuta spesso con ansia o, peggio, con demotivazione e disinteresse. Serve una scuola nuova, più vicina agli studenti, che realizzi le condizioni ottimali per un insegnamento più stimolante e per un apprendimento più attivo e consapevole e consenta ai giovani di vivere un'esperienza ricca ed appassionante per esprimere al meglio il proprio talento. >>
Condividilo su Facebook  Condividilo su Twitter  Condividilo su LinkedIn  Condividilo su Google +  Segnala Vota:
voti:235
Commenti: 1 Aggiungi [+] 2472 hanno letto l'articolo

Iscriviti alle News

RSS Sottoscrivi i nostri RSS


Invia un messaggio riservato alla redazione


Promosso da
Promosso da IESS.it

Categorie
La scuola che vorrei (8)
Sistema Educativo (5)
Organizzazione scolastica (1)
Docenti (5)
Tecnologie e strumenti didattici (2)
Progetti (1)
Didattica (3)

Archivio



TAG Cloud