La scuola che vorrei
Vai alla pagina dedicata su Facebook
12 dicembre 2018

Risultati per: barilli

13-11-2012 19:11 Ugo Barilli

Come volevasi dimostrare
Da una recente ricerca di EF Education First, si evince che l’Italia è il fanalino di coda dell’Europa, in fatto di conoscenza della lingua Inglese.
Peggio di noi solo i russi e i turchi.
A conferma del ritardo accumulato dal nostro paese, segnalato da tempo da molte fonti autorevoli.
>>
Condividilo su Facebook  Condividilo su Twitter  Condividilo su LinkedIn  Condividilo su Google +  Segnala Vota:
voti:280
Commenti: 0 Aggiungi [+] 2148 hanno letto l'articolo
13-11-2012 18:11 Ugo Barilli

L'importanza del tedesco
L’inglese non basta più.
La commissione europea insiste molto sulla conoscenza di almeno due lingue straniere, perché aprono grandi prospettive di lavoro sia per i lavoratori che per le imprese.
In questo senso, oltre al francese, è sempre più importante anche il tedesco. >>
Condividilo su Facebook  Condividilo su Twitter  Condividilo su LinkedIn  Condividilo su Google +  Segnala Vota:
voti:289
Commenti: 0 Aggiungi [+] 2185 hanno letto l'articolo
23-10-2012 16:10 Ugo Barilli

C'è chi ci mette la faccia. E chi no
Davvero suggestivo il nuovo video promozionale sulla scuola realizzato dal MIUR, che ha scelto Roberto Vecchioni come testimonial.
Il fatto che Vecchioni, insegnante, ci metta la faccia non è certo sorprendente. Probabilmente il compenso ricevuto gli ha reso più facile condividere l'immagine di una scuola così diversa da quella che conosciamo.
>>
Condividilo su Facebook  Condividilo su Twitter  Condividilo su LinkedIn  Condividilo su Google +  Segnala Vota:
voti:287
Commenti: 0 Aggiungi [+] 2357 hanno letto l'articolo
16-10-2012 15:10 Ugo Barilli

Di male in peggio: nuovo governo, vecchia politica
Quei pochi che si erano illusi, temo dovranno prendere atto che allo Stato italiano non importa nulla della qualità della scuola.
In effetti era sembrato, magari solo per un attimo, che questo governo, a differenza dei precedenti, volesse finalmente rafforzare la scuola, invece che continuare ad indebolirla.
Purtroppo, ancora una volta, non è così. >>
Condividilo su Facebook  Condividilo su Twitter  Condividilo su LinkedIn  Condividilo su Google +  Segnala Vota:
voti:325
Commenti: 4 Aggiungi [+] 4249 hanno letto l'articolo
02-10-2012 18:10 Ugo Barilli

Un'esperienza che fa riflettere
Gli inglesi hanno da sempre una grande attenzione per l’education dei giovani, tema sul quale si sono succedute negli anni numerose riforme, promosse sia dai governi conservatori che da quelli laburisti. I risultati sono tuttavia contradditori. In G.B. l’istruzione d’eccellenza è infatti solo privata, mentre quella pubblica è a livelli molto bassi. Un segnale forte dell’incapacità dello stato, anche in un paese civile, di provvedere ad una istruzione di qualità. >>
Condividilo su Facebook  Condividilo su Twitter  Condividilo su LinkedIn  Condividilo su Google +  Segnala Vota:
voti:299
Commenti: 0 Aggiungi [+] 2222 hanno letto l'articolo
pagine seguente >   fine >>

Visti: 5, rimanenti: 14. Totali: 19 - pagine: 3

Iscriviti alle News

RSS Sottoscrivi i nostri RSS


Invia un messaggio riservato alla redazione


Promosso da
Promosso da IESS.it

Categorie
La scuola che vorrei (8)
Sistema Educativo (5)
Organizzazione scolastica (1)
Docenti (5)
Tecnologie e strumenti didattici (2)
Progetti (1)
Didattica (3)

Archivio



TAG Cloud